Paravento giapponese a sei ante con tigri

Descrizione

Antico paravento giapponese a sei ante su ognuna della quali è raffigurata la stessa tigre in diverse pose, azioni ed atteggiamenti.
Paravento giapponese antico a sei ante con tigri dipinte con tecnica sumi-e
Vedi a massima risoluzione (circa 165 KB)

Dimensioni

179.5 x 376 cm (paravento) 130 x 57 cm (ciascuno dei dipinti su carta)

Tecnica

Inchiostro su carta, sumi-e

Autore

Kishi Gantai (1782-1865). Kishi Gantai, figlio di Kishi Ganku, nacque a Kyoto nel 1782. Fu addestrato nello studio del padre insieme a Kishi Renzan, Yokoyama Kazan, Minwa Bumpō e Shōdō. Insieme, questi artisti furono la seconda generazione della famosa scuola Kishi. Come il padre, Gantai fu insignito del grado di artista di corte e collaborò all'esecuzione di diverse commissioni ufficiali.
Lo stile di Kishi Ganku è fortemente influenzato dallo stile tradizionale del pittore cinese Nanpin; diversamente la seconda generazione della scuola di Kishi è più aperta alle influenze moderne. Il lavoro di Gantai parte dallo stile Ganku per poi acquisire libertà, morbidezza e qualità, anche per l'influenza dalla scuola di Shijō, che si sviluppa nello stesso periodo.
Dopo la morte di Ganku, Gantai diviene il capo della scuola di Kishi, insieme al cognato Kishi Renzan. I suoi soggetti più noti sono paesaggi, kacho-e (pittura raffigurante uccelli e fiori) e animali, specialmente tigri. Morì nel 1865.

Epoca

Edo, prima metà del XIX sec. (6 opere di Kishi Gantai applicate su un paravento di epoca Taishō, foglia d'argento su carta)

Altri dettagli

Particolare del paravento
Paravento giapponese antico a 6 ante con tigri - Particolare di una tigre
Vedi a massima risoluzione (circa 100 KB)

© Galleria Nobili - Paraventi Giapponesi - 2016 - Tutti i diritti riservati    ---     Responsive web design and hosting by Reliance